Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘doppio melario’

Qui fa ancora caldo e le api sono ancora abbastanza attive.

Per le arnie Dadant potrebbe essere  il momento dei lavori per il pre-invernamento , della nutrizione   per le famiglie stressate e con poche scorte di  miele a disposizione.

Per la mia Warrè è tempo di tirare le somme……..

Il doppio melario (parte azzurra)sulla “testa” della Warrè (parte marroncina) sembra  molto pesante non so esattamente dirvi il peso ma il riduttore si sta imbarcando quindi vuol dire che pesa parecchio e il legno con cui è fatto  è decisamente troppo sottile quindi dovrò rimediare cercando di sostenere e rinforzare il nido (parte azzurra).

La discesa delle api nella Warrè è come previsto molto lenta, passeranno sicuramente tutto l’inverso nel doppio melario (parte di colore azzurro).

La warrè  è parzialmente costruita ma  non completamente quindi la regina scenderà nei nuovi favi spero la prossima primavera.

Ho scelto di  non forzare la discesa per vedere esattamente quanto tempo impiegano a farlo in autonomia .

Se non dovessero scendere mai ?  ……………..vorrà dire che la prossima primavera le inviterò con garbo a occupare i piani bassi  e con la cera che rimarrà orfana di api ci farò dei super burro-cacao.

Annunci

Read Full Post »

Questo è il riduttore inserito fra la warrè e il doppio melario …

Non potrei appoggiare il doppio melario sopra la Warrè senza il riduttore, infatti la  warrè è più piccola rispetto al doppio melario.

Il materiale che ho usato è legno espanso leggero….quello che avevo disponibile .

 Con il seghetto si crea un riquadro lasciando alle api lo spazio e la possibilità di passare agevolmente dal doppio melario alla Warrè .

      

Il risultato finale è questo, doppio melario azzurro con le api dentro, riduttore e arnia Warrè sotto. Dalla parte blu le api dovrebbero con calma …..temo molta calma ……trasferirsi nella parte color legno (Warrè)

Read Full Post »

I metodi potevano essere tanti ma ne abbiamo già parlato .

Io ho scelto il metodo che  sembrava meno cruento per le api e meno impegnativo per noi.

Quindi bando alle ciance  che le foto parlino per me……………………….

Questo slideshow richiede JavaScript.

Una volta sigillate tutte le fessure con del nastro adesivo, abbiamo aspettato che le api trovassero la strada per entrare nell’arnia e infatti così è stato.

Usando la ghiandola di Nhassonof  e “disegnando” una vera e propria  freccia verso la porta d’ingresso le api che conoscevano la via giusta  hanno chiamato e avvisato le altre.


Read Full Post »