Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘News’ Category

http://www.honeyflow.com/

 

In internet si trova di tutto….anche fantastiche invenzioni………guardate un pò cosa hanno inventato questi due signori australiani.

Il sito è tutto in inglese ma non ci vuole una laurea in lingue per capire dalle foto e dai video la potenzialità di questa invenzione.

Io non ho mai visto nulla del genere in Italia o sbaglio?

Questi due signori australiani hanno inventato dei telaini particolari con il rubinetto che si apre e si chiude.

Quindi non è necessario costruirsi un’arnia particolare basta sostituire i telaini alle arnie che già abbiamo. Il miele scivola da solo nel vasetto a noi non resta che chiuderlo.

L’argomento merita di essere approfondito . Mi immergo nella lettura del sito .

Buona Scoperta a tutti

mascia

Annunci

Read Full Post »

ape su fiore in marzo

Non so da voi ma qui ieri c’era il sole e oggi nevica.

Un detto popolare non so bene di che zona recita così  “Marzo  pazzerello guarda il sole e  prendi l’ombrello”, oggi l’obrello serve ma per riparasi dalla neve………bella la neve .

fioritura marzo

Qualche fiore ingannato dal caldo è sbocciato e le api ne hanno approfittato subito, è un cespuglio con dei bei fiori che profumano di limone dolce , nessuno di noi si ricorda il nome della pianta ma lei sboccia e cresce comunque .

Dai suoi fiori bianchi e gialli le api raccolgono polline giallo intenso.

fiori gialli e bianchi marzo

Read Full Post »

Pubblico questo post un pò in ritardo…..il pc si è risvegliato da poco dal letargo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Siamo a fine marzo il freddo è ormai finito la primavera è alle porte e di  notte le temperature non sono più sotto zero .

In questo periodo si fa il Bilancio dei caduti :

arnie Dadant ne avevamo 6 ad inizio inverno  ne sono rimaste 3. Già in  febbraio ci eravamo accorti che tre arnie non mangiavano il candito. Le tre superstiti sono due numerose e una piccola.

Arnia Warrè  ne avevamo una e ne abbiamo una …… sopravvissuta.

L’ ‘arnia Warrè non è ancora completa quindi  avevo paura che l’isolamento non fosse sufficiente le pareti del doppio melario sono sottili,  probabilmente il fatto di non averle mai aperte e di essersi nutrite del proprio miele ha aiutato a mantenere il calore interno.

Il separatore che durante l’inverno si era imbarcato è acora li e le api usano una fessura sotto il doppi melario per entrare ed uscire.

Dovrebbero incominciare a scendere e finire di costruire la Warrè quella vera . Pensavo  di chiudere poco alla volta la fessura sotto al doppio melario per vede se decidono di entrare dalla porta ufficiale,  oppure le lascio fare in autonomia quando la famiglia crescerà e scenderà verso il basso cambierà ingresso da sola.

Davanti all’ingresso della Warrè è pieno di palline di polline giallo inteso e viola, le api stanno bene volano avanti e indietro e mi aspetto di vedere dei fuchi da un momento all’altro.

Read Full Post »

Qui fa ancora caldo e le api sono ancora abbastanza attive.

Per le arnie Dadant potrebbe essere  il momento dei lavori per il pre-invernamento , della nutrizione   per le famiglie stressate e con poche scorte di  miele a disposizione.

Per la mia Warrè è tempo di tirare le somme……..

Il doppio melario (parte azzurra)sulla “testa” della Warrè (parte marroncina) sembra  molto pesante non so esattamente dirvi il peso ma il riduttore si sta imbarcando quindi vuol dire che pesa parecchio e il legno con cui è fatto  è decisamente troppo sottile quindi dovrò rimediare cercando di sostenere e rinforzare il nido (parte azzurra).

La discesa delle api nella Warrè è come previsto molto lenta, passeranno sicuramente tutto l’inverso nel doppio melario (parte di colore azzurro).

La warrè  è parzialmente costruita ma  non completamente quindi la regina scenderà nei nuovi favi spero la prossima primavera.

Ho scelto di  non forzare la discesa per vedere esattamente quanto tempo impiegano a farlo in autonomia .

Se non dovessero scendere mai ?  ……………..vorrà dire che la prossima primavera le inviterò con garbo a occupare i piani bassi  e con la cera che rimarrà orfana di api ci farò dei super burro-cacao.

Read Full Post »

Per le api è una faticaccia sigillare gli spazi vuoti fra il vetro e il legno dell’arnia, ma ragazzi queste finestre nel nido delle api sono proprio comode , perchè?

  •  non ho orari , posso osservare le api  in qualsiasi momento della giornata ……..anche di sera fino a quando c’è luce
  •  posso fare una visita senza nessun tipo di protezione , non aprendo l’arnia le api non escono dal nido
  •  non devo usare mai il  fumo
  •  posso filmare tranquillamente le api non cercheranno di pungermi se sono nervose
  •  nessuna ape morta per schiacciamento, nemmeno una vittima ! quando si apre un’arnia tradizionale per osservare che succede dentro è inevitabile che qualche ape finisca schiacciata durante le manovre  di apertura e chiusura del nido.

Read Full Post »

La Warré ha preso vita ……………….

Domenica abbiamo finalmente popolato la nostra arnia starniera .

Siamo stati fortunati è capitato che il nostro prezioso amico Aldo ha recuperato  uno sciame scappato di casa.

I vantaggi di usare un nucleo sciamato sono parecchi .

1 – le api sono ansiose di  costruire il nido hanno le ghiandole della cera pronte a produrre

2 – non devono trasferire la covata da un’arnia Dadant perchè la covata non c’è

3 – non devono trasferire le scorte di miele perchè ………le hanno in borsa pronte per la nuova dispensa

4- sono ansiose di trovare una casa,  quindi dovrebbero iniziare a costruire i favi del nido volentieri

Di sistemi per popolare una Warrè ne esistono diversi   e vari

Noi abbiamo deciso per il trasferimento “dolce anche se si tratta di uno sciame senza casa e quindi senza covata da trasferire. Avremmo potuto spazzolare le api nella nuova arnia e costringere la regina a trasferirsi dal prendisciame alla Warrè ma il nucleo è stato recuperato sabato e il trasferimento lo abbiamo fatto domenica le api si erano già posizionate sui telaini dell’arnia da viaggio quindi non volevamo traumatizzarle oltre con la spazzola……esagerati? può essere

Nei prossimi post spiegherò in dettaglio,

Read Full Post »

La famiglia sta crescendo numerosa, l’importazione di polline è abbondante quindi le nuove bottinatrici saranno pronte per le possenti fioriture primaverili? chissa….chi vivrà vedrà!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il polline è fonte di proteine che le api usano anche per alimentare la covata, le nuove leve verranno alimentate con la polverina arancione gialla marrone e andranno per il mondo alla ricerca di nettare per produrre miele.

Quindi se osservando la porta di volo si vedono api con le sacche piene di polline si può ragionevolmente presumere che nel nido c’è covata  che  la regina è viva e produttiva.

La prossima settimana se continua così , caldo e sole, metterò il melario .

Mettendo il melario le api avranno  più spazio per svilupparsi e un magazzino capiente per  il miele, in questo modo mi aspetto che sciamino verso i primi di maggio…………….l’anno scorso hanno  sciamato almeno tre volte non ho bloccato la sciamatura 

Non ho intenzione di smielare il tarassaco non smielerò nemmeno l’ acacia, l’obbiettivo è un millefiori molto profumato e buonissimo con dentro TUTTO melata compresa rubato alle api a fine estate quando hanno avuto il tempo di prendere il necessario per l’inverno , miele di prima qualità per loro e per me …….

Read Full Post »

Older Posts »